Il Dio Madre in Piero della Francesca

15.00

Piero della Francesca, nato a Sansepolcro tra il 1416 e il 1420, è stato uno dei più grandi artisti del Rinascimento. Sapiente in tutte le scienze in un periodo storico molto difficile in cui si rischiava il rogo, era a conoscenza di segreti che la nostra società ancora non è riuscita del tutto a capire e decifrare. L’arte del Rinascimento è infatti tipicamente dissimulatoria: l’elemento affascinante delle opere antiche è che sono soltanto in apparenza apoteosi del bello, ma contengono figure celate, messaggi in codice, insegnamenti, e rappresentano vere e proprie enciclopedie del sapere.

L’Autrice del saggio analizza La Sacra Conversazione, il quadro della maturità di Piero che cambierà l’arte in Europa. Fu commissionato da Federico da Montefeltro per commemorare la vittoria su Volterra, ringraziando la Madonna che gli salvò la vita, nonostante le sue gravi ferite. La scena centrale avviene nell’abside dove sono collocate ai lati della Vergine varie figure, ognuna delle quali portatrice di simboli e messaggi: così come anche tutti gli oggetti che sono raffigurati nel dipinto.

L’opera si rivela uno strumento d’eccezione per comprendere il pensiero del grande artista, che condensa in ogni dettaglio significati mistici, quasi a voler nascondere nella composizione un vero e proprio testamento spirituale, secondo cui l’origine dell’universo è di natura alchemica e racchiude in sé la Scienza e lo Spirito. L’umano non è un’Anima scissa, ma è collegato all’universo. L’essenza divina femminina dà forma al cosmo, il Dio Madre è la stella da cui tutto parte e a cui ritornare.

Categoria:

Informazioni aggiuntive

Peso 0.250 kg
Dimensioni 21 × 21 cm